MIGLIORIAMO IL MONDO CON LA CANAPA

Aggiornato il: 8 dic 2020

I benefici delle culture di canapa industriale per l'uomo e per l'ambiente.


Le culture di canapa industriale sono soggette a regolamenti molto rigidi, partendo dall'acquisto del seme che deve essere rigorosamente certificato , alla gestione , crescita e sviluppo, dove viene vietato l'uso di pesticidi, fertilizzanti industriali o qualsiasi altra sostanza chimica, è consentito solo l'uso di concimi organici e prepararti vegetali.

La pianta di canapa si sviluppa in altezza fino a circa 4 metri (in alcune culture arriva anche a 6 metri) , ha radice robuste che inducono l'ossigenazione del terreno, è tra le piante più efficienti nel convertire l'anidride carbonica in ossigeno ed è in grado di bonificare terreni inquinanti attraverso la fitobotanica ed i suoi processi come quello di fitodegradazione, fase in cui i contaminanti organici vengono assorbiti e degradati dalla pianta , e quello di fitoestrazione , fase in cui i vegetali assorbono i metalli pesanti presenti nel sottosuolo, li accumulano per poi rilasciarli durante il raccolto.

Ci sono a questo proposito, autorevoli studi di applicazione pratica, nel 1994 in Polonia dopo gli effetti devastanti successi a Chernobyl, per il risanamento dei terreni altamente inquinanti sono state avviate diverse culture di canapa, l' Italia a partecipato a questo progetto- studio coinvolgendo le aree inquinate in regioni come Campania , nel Veneto, più precisamente nella zona di Porto Marghera vicina a Venezia ed in Puglia.

Un notevole incremento delle culture di canapa potrebbero arginare anche il problema della deforestazione, ad oggi solo il 5% della carta mondiale viene ricavato da piante annuali (canapa e lino) , aumentare la produzione di carta di canapa e lino significherebbe avere più carta , di alta qualità con una conseguente limitazione della deforestazione con i relativi , notevoli benefici ambientali.

Un altro aspetto molto interessante e sicuramente positivo delle coltivazioni di canapa è che consentono un maggior risparmio idrico rispetto, ad esempio, alle culture di cotone che sono molto inquinanti per l'uso di pesticidi chimici che rilasciano nell'ambiente e per il grande consumo di acqua in fase di sviluppo e di produzione, se poi consideriamo che la fibra di canapa è molto più lunga, resistente, assorbente ed isolante del cotone , non c'è praticamente confronto, la sua fibra è di gran lunga migliore su molti aspetti.

Un'azienda indiana Canvaloop ha di recente presentato gli "slow jeans" , jeans fatti con canapa dell'Himalaya e consentono di risparmiare 3500litri d'acqua rispetto alla realizzazione dei tradizionali jeans, un prodotto sostenibile , alla moda che si preannuncia davvero interessante.

Vi lasciamo con una curiosità , il Primo Presidente degli Stati Uniti consumava marijuana per alleviare i dolori provocati dalla sua dentiera. in alcune sue lettere*, ritrovate e poi pubblicate, George Washington , si lamentava di quanto tempo dovesse impiegare per separare le piante femmine dai maschi nelle sue coltivazioni.

Pare fosse molto affezionato alle sue piantagioni per i suoi effetti miracolosi, tanto da dedicarci personalmente parte del suo tempo e che si vantasse di essere un eccellente coltivatore.

Ma G.W. è in buona compagnia , perché pare non sia l'unico Presidente a farne uso a scopo medico, infatti anche il Presidente Kennedy la utilizzava per trattare il suo mal di schiena.

Tra le sue citazioni più famose :" Sfruttate al meglio i semi di canapa indiana e seminateli ovunque" G.W.


Scriveteci se avete consigli , precisazioni o un'esperienza che volete condividere.


Canapaè


Contatti Staff Canapaè


#lapiantadellasalute

*Se volete visionare le lettere originali ritrovate di G.W. , visitate : antiquecannabisbook.com

Fonte : antiquecannabisbook.com


Post recenti

Mostra tutti

Iscriviti e rimani sempre aggiornato sulle nuove promozioni

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram

© 2023 by Canapaè. Proudly created with Wix.com