I POTERI ANTIBATTERICI DEL TESSUTO DI CANAPA

Aggiornato il: 11 dic 2020

Un prodotto tessile in fibra naturale è un capo estremamente prezioso ,a contatto col nostro corpo è come una seconda pelle ed agisce in modo benefico su tutto il nostro organismo.













Dalle recenti scoperte è emerso che il tessuto di canapa naturale sia capace di sconfiggere i batteri in superficie mentre altre fibre come il cotone o il poliestere ne consentono la sopravvivenza per mesi.

Recenti studi condotti sulla popolazione americana hanno stimato che i contagi ospedalieri di stafilococco arrivino a colpire circa 2milioni di persone e quasi 1 milione di queste muoia.

Il settore del tessile si sta interessando molto alle fibre naturali ed al loro impiego, tanto che vengono continuamente sperimentanti nuovi filanti e tessuti con caratteristiche tecniche sorprendenti, in questo caso ci concentriamo sul test prodotto contro due ceppi di batteri , Staphylococcus aureus - (stafilococco) e contro Klebsiella pneumoniae (infezione polmonare) , entrambi batteri si contraggono e diffondo nelle strutture sanitarie, nel caso del batterio stafilococco si trasmette entrando a contatto con oggetti contaminati mentre nel caso dell'infezione polmonare può aggravarsi in batterica, comunemente è convolta nelle infezioni contratte negli ospedali nel tratto urinario e in ferite(con particolare riferimento ai soggetti immunocompromessi), è stato utilizzato un tessuto composto dal 60% di fibra di canapa ed il restante 40% di viscosa , i risultati dimostrano il grande potenziale della canapa, in quanto il tessuto era libero dal 98,5% dai batteri di stafilococco mentre i tessuto testato contro il batterio della polmonite ne era privo al 65% .

Nella maggior parte delle camere dei reparti sanitari vengono utilizzate lenzuola di cotone che non hanno proprietà antibatteriche e che per questo facilitano la trasmissione di molti virus e batteri, purtroppo, nonostante l'impeccabile pulizia e le rigorose prassi igienico-sanitarie che vengo sicuramente applicate dal personale che ne opera all'interno.

In Italia le informazioni fornite dal sito del governo a seguito degli studi nazionali di prevalenza, con protocolli ECDC hanno rilevato diversi dati sulle infezioni ospedaliere acquisite, 6,3 su 100 pazienti in degenza contrae un'infezione, nella maggior parte dei casi si rilevano interessati l'apparato respiratorio, le ferite chirurgiche, infezioni sistemiche (batteriche , sepsi) e le infezioni urinarie che da sole rappresentano il 35-40% di tutte le infezioni ospedaliere, inoltre viene rilevato che a seguito della mutazione dei microorganismi e di una pressione antibiotica assieme al maggior utilizzo di presidi sanitari in materiale plastico sono aumentate anche le infezioni da stafilococco.

Utilizzare tessuti in fibra di canapa, bio-plastiche in canapa potrebbe essere un grande aiuto per arginare il pericoloso e crescente problema delle infezioni acquisite in ambito sanitario.


Utilizzate tessuti in fibra di canapa o fibre naturali?? Inizialmente si può avere l'idea che la canapa , ad esempio, sia ruvida e non confortevole, in realtà esistono diversi tipi di tessuti, con diverse grammature e molte trame con cui si possono creare prodotti morbidi e molto confortevoli, di grande resistenza e durata nel tempo.


Se avete avuto esperienze in merito, se avete consigli, suggerimenti , lasciate un commento o scriveteci!!


Green Kiss

Canapaè





Fonti :

Hemp.com

Salute.gov.it

EnviroTextile.com



Post recenti

Mostra tutti